top of page
ass-berlinguer-compiobbi.jpg

Festa de l’Unità ai Giardini del Chimichi di Compiobbi negli anni ’80

Associazione Enrico Berlinguer della Valle dell’Arno

Liquidazione dell’associazione e confluenza in Fiesole Democratica

Nelle scorse settimane si è conclusa la liquidazione dell’Associazione Enrico Berlinguer della Valle dell’Arno, a cura del Liquidatore Manuele Manni, nominato all’Assemblea dei Soci del 10 novembre scorso, che ha deciso la confluenza in Fiesole Democratica.

Le motivazioni della decisione di liquidare l’Associazione sono state:

 

  • il numero degli associati era divenuto così esiguo da non consentire all’associazione di auto-sostenersi e di svolgere qualunque tipo di attività sociale e culturale;

  • è quindi venuto meno l’interesse a portare avanti l’attività statutaria prevista e, in particolare, la gestione delle feste de l’Unità del territorio, fonte di relazioni sociali e di introiti economici, che hanno accompagnato nel corso degli anni il sostegno a molte realtà della Valle;

  • si sono anche registrate serie difficoltà, di conseguenza, a individuare fra i pochi soci persone disponibili a ricoprire gli incarichi di amministratore dell’associazione, tanto che i componenti il Consiglio erano da tempo dimissionari;

  • erano inoltre diversi anni che i bilanci non venivano redatti e approvati da parte dell’Assemblea dei Soci che non si riuniva da diverso tempo;

  • l’Associazione avrebbe inoltre anche dovuto allineare il proprio statuto alle nuove norme riguardanti il terzo settore, di non facile applicabilità.

L’Assemblea della Enrico Berlinguer ha deliberato che la soluzione più appropriata per continuare a svolgere i compiti iniziali fosse quella di confluire in Fiesole Democratica, Associazione di cultura politica, di più recente costituzione (18 marzo 2022) e che svolge un’attività coerente ai valori e alle idealità della sinistra italiana, prìncipi propri dell’Associazione Enrico Berlinguer della Valle dell’Arno.

In buona sostanza Fiesole Democratica si pone di fronte all’esame della memoria storica su fatti politici, istituzionali, economico-sociali della Fiesole novecentesca, in un quadro nazionale fortemente evolutivo; la tutela delle “carte” archivistiche e la loro valorizzazione, l’attaccamento a persone, luoghi, valori fanno di FD una realtà preziosa per non dimenticare e, anzi, attualizzare gli insegnamenti che provengono dal passato per approfondire l’attualità.

 

1 marzo 2024

bottom of page